A Trapani l’orologio astronomico più antico d’Europa.

Parliamo di una delle torri più importanti della città di Trapani, dove è possibile ammirare ancora oggi uno degli orologi più antichi d’Europa

Già dall’ epoca cartaginese, la città di Trapani si caratterizzava per la presenza di quattro torri d’avvistamento: Torre Vecchia, Torre del Castello di Terra, Torre Pali, Torre di Porta Oscura o dell’Orologio. Durante le guerre puniche, il generale cartaginese Amilcare Barca ne costruì la quinta, il Castello della Colombaia, oggi detto Castello di Mare. Le quattro torri racchiudevano la città in un quadrilatero difeso da mura.

Porta Oscura è la più antica porta della città, l’unica rimasta delle quattro di accesso al nucleo urbano a forma quadrangolare che caratterizzava Trapani nell’antichità. Si apre sulla Via Torrearsa, realizzata nel sec. XIII per volere di Giacomo d’Aragona. Gli antichi quartieri, Casalicchio e di Mezzo, si trovano alle sue spalle.

OROLOGIO ASTRONOMICO DI TORRE OSCURA

L’orologio astronomico è stato progettato e realizzato dal mastro trapanese Giuseppe Mennella su ordine dei Giurati nel 1596. Il marmo utilizzato è stato estratto dalla cava Rizzuto (Valderice). Esso è formato dal Quadrante “Sole” e dal Lunario .Il grande foro che si trova al centro del Lunario rappresenta il Pianeta Terra. I due quadranti sono circolari con inserzioni in piombo fatte a mano con bordo in pietra azzurra raffigurante il cielo.

QUADRANTE DEL SOLE
La lancetta con la punta a giglio scandisce le 24 ore, mentre la lancetta del Sole segna il moto apparente del Sole intorno alle case dello Zodiaco. Inoltre esso fissa gli Equinozi e i Solstizi e quindi l’alternanza delle Stagioni. I Segni Cardinali sono quelli che stanno all’inizio di ogni stagione:

  • L’Ariete fissa l’Equinozio di Primavera
  • La Bilancia fissa l’Equinozio di Autunno
  • Il Cancro segna il passaggio del solstizio d’Estate
  • Il Capricorno segna il solstizio d’Inverno

Il quadrante con la luna

Il disco della Luna segnala , in senso antiorario , tutte le fasi dalle neomenie alla decrescenza, inoltre la seconda lancetta segna i 29 giorni l2 ore e 44 minuti e 3 secondi lunari. Vi sono quattro posizioni fondamentali, rappresentati nella figura a lato e nell’elenco sottostante dai numeri dispari, e quattro fasi intermedie:

  1. Luna nuova (o congiunzione o fase di novilunio)
  2. Luna crescente
  3. Primo quarto
  4. Gibbosa crescente
  5. Luna piena (o opposizione o fase di plenilunio)
  6. Gibbosa calante
  7. Ultimo quarto
  8. Luna calante
Precedente Custonaci. Il parco suburbano di Cerriolo brucia ancora. Successivo MARABECCA, la strega dei pozzi che terrorizzava i bambini.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.