Dolcini di Mandorla, pronti in 5 minuti!

Oggi vi propongo la ricetta dei famosi dolcini di mandorla siciliani, si preparano in pochi minuti, amalgamando gli ingredienti a mano. Le origini di questo dolce sono molto lontane, infatti pare sia nato alla fine del 1100, nel convento palermitano della Martorana, annesso alla chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio, che deve il suo nome a Giorgio d’Antiochia, ammiraglio del re Ruggero II.

pasticcini di pasta di mandorle sono dei biscotti tipici siciliani a base di farina di mandorlezucchero e albumi d’uovo, una ricetta semplicissima che dà vita a dei dolcetti davvero deliziosi!

La particolarità di questi pasticcini di mandorle, oltre l’intenso profumo e sapore di mandorle, è il fatto di essere leggermente croccanti fuori e morbidi e umidi dentro.

Ingredienti:
250 gr di farina di mandorle
2 albumi freschissimi
2-3 gocce di aroma di mandorla amara
150 gr di zucchero a velo
1 cucchiaio di miele

Procedimento: Mettete in una terrina la farina di mandorle, lo zucchero a velo, il miele, l’albume d’uovo (poco per volta) e 2-3 gocce di aroma mandorla amara.  Mescolate il tutto fino ad ottenere un impasto denso e appiccicoso.

A questo punto avete 2 opzioniusare la sacca da pasticcere oppure le mani. Ponete un foglio di carta forno sulla leccarda e con la sacca da pasticciere usate la bocchetta a stella grande per dare la forma ai biscotti. Se invece volete semplificare le cose, con le mani create delle palline di circa 3 cm.

Potete decorare questi pasticcini con: una mandorla pelata o non, mezza ciliegia candita rossa o verde, un pezzetto di arancia candita. Questi pasticcini vanno messi in frigo per circa 1 ora e poi, prima di infornarli, vanno cosparsi di zucchero a velo.

Accendete il forno a 200 C e quando avrà raggiunto la temperatura desiderata prendete i pasticcini e infornateli per 10 minuti. Sfornateli e lasciate raffreddare su una gratella. I vostri pasticcini di pasta di mandorle sono pronti: croccanti, morbidi e profumati. Conservati in una scatola si conservano bene per diversi giorni, anche settimane.

loading…
Precedente Salvatore, il giovane siciliano rientrato dal nord per puntare tutto sull'agricoltura biologica. Successivo SICANIUM, il gioco da tavola studiato per la promozione del territorio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.