Domenico Modugno, il siciliano del Salento.

Domenico Modugno é stato a lungo considerato un simbolo del Sud. Anche se le sue origini sono state più volte fonte di polemica.

In Puglia, tra Polignano a Mare, suo paese di nascita, e San Pietro Vernotico, dove è cresciuto dall’età di sette anni, come racconta bene il docufilm «Mimmo, Mimino e Mimi, ossia Domenico Modugno» di Antonella Sibilia e Michele Roppo, e oltre la regione. Perché pare proprio che Modugno si finse siciliano e napoletano per anni, al solo scopo di poter “campare”, poiché all’epoca non era molto di moda essere pugliesi. Modugno intanto entra a far parte del Dizionario Biografico degli Italiani dell’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani. L’autore della voce che lo riguarda sottolinea che fu Fulvio Calmieri, direttore dei programmi Rai, a suggerirgli di sfruttare la sua vena schietta e popolare e, soprattutto, di farsi credere siciliano per meglio veicolare la sua immagine all’estero, oltre che in Italia. Tutto accade quasi in contemporanea con la dedica del concerto-evento inaugurale della fiera Medimex «Meraviglioso Modugno» che riunisce nel Teatro Petruzzelli un dream team della musica italiana in omaggio al suo straordinario talento.

Precedente Il Codacons denuncia Daverio per diffamazione e odio razziale nei confronti dei siciliani. Successivo A Custonaci una nuova scultura per ricordare le donne vittime di violenza.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.