IL LABIRINTO DI ARIANNA: UN VIAGGIO NEL VENTRE MATERNO

Oggi vi parliamo del Labirinto di Arianna. Tra i labirinti che è possibile trovare in Sicilia, ve ne è uno molto particolare, opera dello scultore Italo Lanfredini. Il Labirinto, fa parte della Fiumara d’Arte, e ricade nel territorio di Castel di Lucio, in provincia di Messina. La scultura la cui forma è un simbolo archetipo, rappresenta un percorso fisico, ma anche interiore, che è impossibile non attraversare tutto una volta entrati. L’opera è collegata al passato, agli insegnamenti della vita. Attraverso un varco naturale si entra nel labirinto e si esce dal labirinto, così come nel tempo l’uomo è entrato ed uscito dalla scena.

Chi entra nel labirinto, si pone tante domande sulla propria esistenza, in un posto ed in una dimensione a-temporale, in cui è impossibile interrogarsi. Il labirinto è riflessione, è spiritualità che deriva da una sorta di “maternità”, espressa in un dolce concentrico svolgersi di cerchi culminante in una aspirazione all’alto, al sublime. Un viaggio sotto il cielo, al cui centro è la vita, l’antica sorgente rappresentata da una lucente lastra metallica al centro della spirale, che ci riporta al tema della Madre Terra e del mistero della fecondazione.

Precedente PLATIMIRO FIORENZA. L'ultimo dei maestri orafi corallai trapanesi. Successivo Ancora incidenti stradali. Vittima un giovane ericino di 35 anni.