Il macco di fave, un antichissimo piatto sempre gradito!

Il macco di fave è una ricetta diffusa tra Sicilia, Calabria e Puglia un primo piatto che viene servito come vellutata accompagnata a del pane croccante o come condimento per una pasta originale. La ricetta varia da regione a regione, la più semplice, quella tipica della cucina siciliana, si prepara con fave e finocchietto selvatico, cotti e frullati fino ad ottenere una vellutata cremosa e profumata.

Ingredienti

Ingredienti Macco di fave per quattro persone

  • 500 gr. di fave secche decorticate
  • 1 cipolla di Tropea
  • Olio extravergine di oliva
  • Finocchietto selvatico
  • Sale q.b

Ricetta e preparazione

Sciacquate le fave secche e mettetele in ammollo per una notte.

Se utilizzate le fave fresche, considerate che il baccello ha un suo peso, quindi, se optate per un macco di fave fresche ve ne servirà circa 1 kg.

La mattina dopo scolate le fave e sciacquatele sotto l’acqua corrente.

Tagliate a fettine sottili la cipolla e mettetela in una casseruola con olio caldo; fate imbiondire a fiamma media per qualche minuto.

A questo punto aggiungete le fave e mescolate con un cucchiaio di legno in modo da amalgamare bene gli ingredienti.

Versate nella casseruola una quantità d’acqua sufficiente a coprire le fave e fate cuocere a fiamma media per 15 minuti.

Avrete ottenuto un composto abbastanza denso e ora dovrete frullarlo; per farlo potete usare sia un mixer ad immersione che un frullatore.

Aggiungete abbondante finocchietto selvatico e continuate a frullare.Consiglio:

Alcune ricette prevedono di grattugiare sul macco di fave della ricotta salata.

Prima di servire, salate e pepate a vostro piacimento e guarnite i piatti aggiungendo in cima al macco di fave qualche foglia di finocchietto selvatico.

Precedente La storia del “Miracoloso” pozzo di Maria SS. di Custonaci. Successivo “Futura Marsala”, il videomapping proiettato sul Duomo di San Tommaso.