Il regio presepe monumentale meccanico della protobasilica di San Nicola a Trapani.

Un presepe meccanico con figurine semoventi, una ricostruzione fedele sia degli ambienti che dei volti: è il regio presepe monumentale meccanico, ospitato nella protobasilica di San Nicola a Trapani.

È stato realizzato dal laboratorio Nobiles Officinae di Jaemy Callari e Roberta Fontana, esperti in forme antiche d’arte in cui lo studio antropologico si intreccia con la rappresentazione fantastica. È particolarmente interessante il metodo: i meccanismi del presepe sfruttano ancora oggi il sistema interno degli organi a canne che si usava nei secoli scorsi.

Il presepe siciliano nasce negli stessi anni di quello napoletano ma mentre quest’ultimo si concentra sulla Natività e con figure in terracotta di trenta centimetri, quello siciliano è abitato da figure poco più piccole in cera, ma calate in scene e architetture molto più animate.

Precedente Il Natale é nell’aria al Santuario di Maria SS. di Custonaci. Successivo Il Mandarino siciliano è l'agrume più amato nel mondo.