Il rito della raccolta delle olive in Sicilia, fra tradizione e innovazione.

La Sicilia è una terra ricca di storia e tradizione, che merita di essere visitata almeno una volta nella vita, e non solo durante l’estate. Da Ottobre inizia la raccolta delle olive. Per i degustatori dell’olio questo è il periodo per seguire da vicino la trasformazione dell’oliva in olio.

Ottobre è il risultato di un lungo lavoro annuale, molto faticoso iniziato a Febbraio con l'inizio dell'aratura. Dalla raccolta si ricavano oltre all'olio, anche diverse specie di olive da gustare, come la "passuluna", ottima sia per aperitivi che per antipasti o ricette gustose.

Il territorio circostante alle campagne trapanesi

Le campagne dove le olive vengono coltivate sono circondate da paesaggi caratteristici. Ogni luogo ha una sua personalità, una sua caratteristica. In alcune zone il tempo sembra fermo e riporta a ricordi d'infanzia quando la tecnologia non esisteva. Oggi la tecnologia esiste, convivendo tra presente e passato.
In questo periodo dove si discute tanto sulla produzione dell'olio,un viaggio in questa regione ricca di storia è un modo per toccare con mano i prodotti italiani.
Precedente Semplicità e tradizione, Zuppa di pane cotto alla siciliana. Successivo Il “cantastorie”, un simbolo della cultura popolare siciliana.