Intervengono i carabinieri per evitare che i parenti dell’ex moglie si scagliassero contro Fabio Provenzano.

E’ stato necessario l’intervento dei carabinieri per poter trasferire dall’ospedale di Partinico al Villa Sofia di Palermo Fabio Provenzano (nella foto), il 34enne partinicese coinvolto in un gravissimo incidente questa notte psulla A-29 all’altezza dello svincolo autostradale di Alcamo est. I militari hanno dovuto presentarsi per evitare che i parenti dell’ex moglie si scagliassero contro di lui in quanto ritenuto il responsabile del tragico schianto: l’incidente infatti ha provocato la morte del figlio di 13 anni, Francesco, mentre l’altro di 9 anni, Antonino, è in gravissime condizioni.La rivolta è avvenuta dopo aver visto un video postato su facebook in cui Fabio Provenzano si riprende con il cellulare mentre è alla guida, probabilmente pochi istanti prima dello schianto. A giudicare dal rumore del vento pare che il mezzo andasse a forte velocità. Il video è stato rimosso dai social. L’auto, per cause in via di accertamento, si è schiantata contro il guardrail e si è ribaltata.

 

Precedente Il falco Pellegrino e l'aquila del Bonelli tra gli animali della riserva naturalistica di Monte Cofano. Successivo Sulle spiagge siciliane arrivano i pesci mangia plastica!