La Catalogna è in rivolta. In migliaia a Barcellona per chiedere la scarcerazione dei leader secessionisti.

In migliaia dentro l’aeroporto di Barcellona, ormai assediato dai manifestanti dopo le condanne di questa mattina a 12 leader catalani, a cantare a squarciagola “Bella ciao”.

Da ore la protesta si è concentrata prima sullo scalo di Barcellona, dove in massa i manifestanti si sono concentrati provando anche a superare i controlli di sicurezza con biglietti truccati, e poi su quello di Madrid, nel tentativo di bloccare le attività dei voli con oltre mille auto che hanno provato a chiudere gli accessi.

Un’enorme folla si è radunata in serata nelle piazze del centro di Barcellona, davanti al municipio e Girona. Una nuova mobilitazione è stata convocata per mercoledì prossimo alla simbolica Puerta del Sol di Madrid

Precedente Nel 1130 nel Regno di Sicilia veniva istituito il primo Parlamento del mondo. Successivo Siria, violentata e lapidata Hevrin Khalaf, l'attivista curda che difendeva i diritti delle donne.