La ricetta originale della “Zuppa trapanese all’Aragosta”.

Assieme ai ricci di mare, al polpo, alle seppie e ai gamberi, l’aragosta è uno dei piatti più gustosi e ricercati della tradizione culinaria siciliana. Apprezzata fin dall’antichità l’aragosta è un crostaceo che vive nei fondali del Mediterraneo reperibile nei banchi del pesce pressoché tutto l’anno. Nel trapanese viene usata per preparare una zuppa molto gustosa, vi sveliamo il segreto per preparala come da tradizione.

In una capiente casseruola versare un giro d’olio, far scaldare e versare la cipolla. Mescolare con un cucchiaio di legno finchè non diventa dorata. Aggiungere 1 cucchiaio di pomodoro concentrato, mescolate e versate pian piano 250 gr d’acqua calda. Lasciate cuocere a fiamma molto bassa mentre con un mixer tritate un ciuffetto basilico lavato e asciugato. Aiutandovi con un filino d’olio aggiungete e tritate 100g di mandorle e 2 spicchi d’aglio privato dell’anima. Unite il tutto al sughetto che cuoce nel tegame. Tagliate due aragoste nel senso della lunghezza ed immergetele nel sugo. Salate e pepare a piacimento. Sfumate con mezzo bicchierino di vino bianco e lasciate cuocere. Spezzate gli spaghetti aiutandovi con un canovaccio pulito. Versate la pasta nel sughetto con le aragoste ed aggiungete, se occorre, dell’altra acqua calda considerando che dovrà bastare per la cottura della pasta. Si dovrà quindi evitare che il sughetto si asciughi troppo. Aggiungere un pizzico di peperoncino, mescolare e servire a cottura ultimata.

Precedente Cosa sta succedendo a Trapani? I cittadini denunciano sui social uno stato di degrado assoluto. Successivo Il pratico yacht gonfiabile per sentirsi ricchi anche da poveri.