La ricetta originale trapanese della “pasta cu l’agghia e milinciane fritte”.

Le busiate al pesto alla trapanese o “pasta cu l’agghia” come in dialetto trapanese viene chiamato questo gustosissimo piatto sono un primo piatto siciliano preparato con un formato di pasta speciale, le busiate, per l’appunto e il pesto alla trapanese.
Le busiate o busiati, sono un formato di pasta fresca che prende il nome dall’attrezzo con il quale viene preparata, “il buso o bucio”, nel dialetto locale – stelo proveniente dalla “disa” (ampelodesma), una pianta autoctona che cresce rigogliosa nel trapanese. 

La preparazione, la ricetta è veramente molto semplice e veloce.

PREPARAZIONE DELLA PASTA

Per la preparazione della pasta posizionate 500g di farina di grano duro a fontana, l’acqua fino a quando l’impasto risulterà liscio e compatto. Fate riposare il panetto per circa trenta minuti.
Per iniziare la lavorazione staccate una piccola parte all’incirca quanto un uovo, allungatela e tagliate dei tocchetti di circa dieci centimetri. Prendete il buso (ossia il fusto dell’ampelodesmo), si può eventualmente usare uno stecchino per spiedini. Attorcigliate verticalmente la pasta intorno allo spiedino, appiattite con la mano il ricciolo che si sarà formato. Estraete la busiata dal buso e continuate con lo stesso procedimento fino alla fine della pasta. Lasciate riposare la busiata così ottenuta per circa tre ore.

PREPARAZIONE DEL PESTO

Il pesto alla trapanese è una ricetta tipica siciliana, un pesto rosso preparato con pomodori freschi, mandorle, aglio, basilico e olio d’oliva. Come dice il nome stesso, questo pesto è tipico della provincia di Trapani ed ha la caratteristica di essere molto ricco d’aglio.

Mettete in un mortaio due spicchi d’aglio di Nubia, 50g di mandorle tostate, qualche foglia di basilico e pestate fino a ottenere un composto finissimo. Aggiungete 250g di pomodori maturi privati della buccia tagliati in modo molto piccolo e pestateli insieme al composto fino a che tutto non sia bene amalgamato. Aggiungete il sale di Trapani q.b. e qualche cucchiaio di olio extra vergine di oliva del Belice. Scolate la pasta e aggiungetevi il pesto.

A Trapani si usa mangiare questo piatto adagiando sopra la pasta le melenzane o le patate fritte, altri usano aggiungervi anche la salsiccia o le sarde fritte o arrostite sulla brace.

Precedente Ecco la ricetta di uno dei piatti più graditi dai bambini, la pasta con la ricotta! Successivo Alla scoperta della misteriosa necropoli di Pantalica.