Le origini della Stella di Natale, un racconto che unisce storia e leggenda.

La poinsettia ( Euphorbia pulcherrima ), ossia la stella di Natale, è il fiore del periodo natalizio, simbolo d’amore e di prosperità.  Arriva da lontano ma la sua storia ormai è una tradizione in tutto il mondo, il suo significato simbolico si perde nei secoli e ci porta in Messico, paese originario di questa pianta.

Storia

Ha origini antichissime, nasce  nell’attuale Messico nel XIV secolo ad opera degli Aztechi che la scoprirono e da subito l’amarono. Il secolo successivo, Joël Poinsett, ambasciatore americano in Messico, portò in America i semi di stelle di Natale e le fece conoscere in tutto il mondo.

L’eredità messicana di questi meravigliosi  fiori, che sono conosciuti nella loro madre patria come Flores de NocheBuena – Fiori della Notte Santa – è presente anche in varie leggende. Gli Aztechi la utilizzavano come pianta decorativa per abbellire i loro templi e la adoravano come simbolo di vita nuova, in onore  dei guerrieri caduti in battaglia. Veniva apprezzata anche per le sue molteplici proprietà. Dalle sue foglie , infatti, estraevano il colore rosso che veniva utilizzato per cosmetici e tessuti.

La leggenda

Una leggenda narra che molto, molto tempo fa, in una piccola città del Messico, tutti gli abitanti si radunavano nella chiesa, ogni anno durante la vigilia di Natale, per lasciare un dono a Gesù bambino.

Una ragazza di nome Pepita (o ragazzo in alcune versioni) era in lacrime, perchè non aveva nessun regalo da donare al bambinello.

<< Pepita si diresse verso la cappella, e suo cugino Pedro cercando di tirarle su il morale le disse: “Pepita, sono sicuro che anche il più piccolo dono, dato da qualcuno che lo ama farà felice Gesù.”

Pepita non aveva idee su cosa poter donare, così prese una piccola manciata di erbacce dalla strada e ne fece un un piccolo bouquet. Si sentiva in imbarazzo perché poteva dare solo questo piccolo presente a Gesù. Mentre camminava attraverso la cappella verso l’altare, si ricordò di ciò che Pedro gli aveva detto. Cominciò a sentirsi meglio, si inginocchiò e mise il bouquet nella parte inferiore del presepe. Improvvisamente, il bouquet di erbe infestanti scoppiò in fiori rosso vivo, e tutti coloro che lo videro erano sicuri di aver visto un miracolo. Da quel giorno, i fiori rossi brillanti erano vennero definiti Flor de la Noche Buena o “Fiore della Notte Santa“. >>

Precedente A Natale in Sicilia splenderà il sole: le previsioni meteo per i prossimi giorni. Successivo Bossi dichiara “aiutare il sud altrimenti straripano come l’Africa”.