Oltre 400 mila visitatori in Sicilia per le “Vie dei tesori”.

Un’operazione culturale in forte ascesa con un indotto economico rilevante. Questa è diventata la manifestazione le “Vie dei tesori” che in cinque week end ha coinvolto oltre 400 mila visitatori un’economia di circa 5,5 milioni di euro. L’iniziativa ha interessato Palermo, Catania, Trapani, Messina, Ragusa, Caltanissetta, Siracusa, Marsala, Noto, Scicli, Modica, Sciacca, Naro, Sambuca e Acireale.

Chiude molto positivamente Trapani con 16.506 presenze, mille in più dello scorso anno: i siti più amati sono la Torre della Colombaia (1829 presenze); seguita da palazzo Milo Pappalardo e dal chiostro di San Domenico con il suo campanile (1086). Molto apprezzato il programma KIDS (Trapani è l’unica tra le dieci città ad averlo proposto, e i laboratori per le scuole).

Precedente Erice. Terza edizione di "Alberi Per Il Futuro", il M5S piantumerà nuovi alberi a S. Ippolito. Successivo Custonaci darà la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.