Crea sito

Oro “rosso” di Sicilia, il Gambero di Mazara del Vallo.

Proviene dai mari siciliani e si puo’ servire cotto ma ancor meglio crudo. Senza solfiti e “friend of the sea” e’ in attesa del riconoscimento della Dop.

Sicuramente protagonista della cultura sicilian, il Gambero Rosso di Mazara del Vallo (Aristaeomorpha foliacea) è ormai apprezzato ovunque come nel mondo un protagonista straordinariamente raffinato. Il suo successo lo deve anche alla moda della cucina “nippo” che ha esaltato le materie prime del mare, oltre il crudo e le cotture brevi. Ed è proprio questo il caso del gambero rosso, che i giapponesi usano cuocere brevemente per aumentarne la consistenza. Perciò lo tuffano per 2 minuti nell’acqua bollente prima di preparare il Nigiri, un tipo di sushi e il Sunomomo, insalata di gamberi e cetrioli. In Sicilia, invece, viene anche apprezzato particolarmente crudo. Se viene cotto, fritto o grigliato, la cottura non deve superare i 50 secondi per parte.

Come indica il nome, il carapace è di colore è rosso intenso con sfumature corallo e custodisce una polpa soda, dolce, delicata e con un intenso sentore di mare. Durante l’estate, la testa delle femmine diventa scura per la presenza delle uova: è il “caviale di gambero”, ottimo per condire la pasta.

Il gambero rosso è diffuso nei fondali del Mediterraneo e dell’Oceano Atlantico ma raggiunge il massimo della qualità nelle acque mazaresi dove viene catturato tra i 200 e i 1.000 metri di profondità. Appena pescato, è in gran parte sottoposto a surgelamento istantaneo a bordo a -50°. Si tratta del cosiddetto metodo “flash freezing process” approvato dall’Inran – Istituto Ricerca Alimenti e Nutrizione di Roma – e dall’Institute of Food britannico. Entrambi gli istituti di ricerca sul cibo hanno parlato di perfetta conservazione delle proprietà organolettiche e di “autentica garanzia di naturalità”. Il Gambero Rosso di Mazara del Vallo è anche certificato senza bisolfiti e “Friend of the Sea”. Per tutti questo motivi è in attesa del riconoscimento della Dop. Sul mercato compare in 3 categorie. Questa suddivisione non si riferisce alla qualità delle carni ma solo alle misure del pescato. È di prima categoria se la lunghezza è superiore ai 5 centimetri, di seconda se compreso tra 4 e 5, di te

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: