Quote Tonno. Il M5S contro il decreto leghista che affossa la Tonnata di Favignana.

I parlamentari nel M5S Vincenzo Maurizio Sant’Angelo Francesco Mollame e Antonio Lombardo, hanno incontrato il consiglio di amministrazione dell’azienda storica Castiglione per discutere delle quote Tonno. “Siamo venuti a conoscenza di tutti gli atti e i sacrifici compiuti dall’azienda Castiglione, eccellenza del territorio nel settore, che dopo anni dismissione, ha deciso a novembre di riprendere la pesca del tonno rosso, un’attività fortemente legata alla tradizione e cultura non solo delle isole trapanesi, ma di tutto il territorio siciliano” – Affermano i parlamentari del M5S.

“Purtroppo, le condizioni stabilite con il decreto emanato in questi giorni dal Sottosegretario al Ministero delle politiche agricole, Franco Manzato, per l’assegnazione delle quote di pesca di questa specie protetta non consentono effettivamente a questa Tonnara di avere la giusta collocazione nel settore.

Per questo motivo, incontreremo già la prossima settimana la parte tecnica e politica di questo dicastero per lavorare a soluzioni concrete che permettano a questo importante stabilimento di tornare a mantenere l’importante funzione socio-economica nel territorio e soprattutto i suoi valori identitari-culturali, tutto nel rispetto delle normative comunitarie la sua storica attività.

La Tonnara di Favignana deve tornare ad essere il fiore all’occhiello nella pesca del tonno rosso nel mediterraneo. La Sicilia deve mantenere le sue tradizioni alimentari e culturali e visitare oggi questa Tonnara mi ha riempito di ricordi e di orgoglio e ringrazio per la sensibilità e la collaborazione, tutta l’amministrazione dell’azienda Castiglione”.

Precedente Biscotti siciliani alle mandorle, una goduria per il palato!RICETTA! Successivo Un luogo in Sicilia dove le spiagge sono dorate e il mare cristallino...scopriamolo!