Salemi si prepara al tradizionale “Festino di San Nicola”.

Salemi (TP) si prepara al Festino di San Nicola, Patrono e Protettore del borgo siciliano, celebrata ogni anno, il 6 di dicembre e il 9 maggio . Un momento di forte aggregazione religiosa, rientrante nei festeggiamenti patronali insieme a quelli in onore di Maria S.S. Immacolata, che i salemitani vivono con grande intensità.

Il 6 dicembre, giorno di festa del Patrono, al Santo Patrono vengono dedicati i primi vespri. Dal 1944 per un decennio, il simulacro di San Nicola veniva portato in processione assieme all’Immacolata l’8 dicembre e nel 1965 si ripristinò la processione del 6 dicembre.   Nella messa dei primi vespri vengono benedetti i pani e l’olio e distribuiti alla gente. Il giorno della festa viene annunciato dal suono delle campane e dei mortaretti che propagano il loro suono in tutto il cielo del paese. Vengono celebrate in ogni ora le messe e nella serata viene portata in processione la statua del Santo per le vie principali della città, la festa si conclude con uno sparo di giochi pirotecnici.

SOLENNITÀ DEL PATRONO SAN NICOLA DI BARI

5 dicembre
ore 18.00: Santa Messa nei primi vespri della Solennità. Tradizionale benedizione dei frutti della terra (pane, olio, vino) e distribuzione del pane benedetto.

6 dicembre
ore 7.00: Scampanio
ore 8.30: Santa Messa in Chiesa Madre
ore 10.00:Santa Messa in Chiesa Madre
ore 11.30: Solenne Celebrazione Eucaristica. Accensione della lampada votiva, la quale rimarrà accesa per tutto l’anno davanti l’immagine del Santo, e consegna delle 5 chiavi al Patrono
ore 17.00: Santa Messa e consacrazione al Patrono. Solenne Processione per le vie della Città
ore 21.00: Giochi pirotecnici in piazza Alicia.  

SOLENNITÀ DI MARIA SS. IMMACOLATA

29 novembre
Inizio della Novena (predica Don Filippo Romano)
ore 17.30: discesa del simulacro dell’Immacolata con il canto dello “stellario” e processione all’interno della Chiesa Madre
ore 18.00: Santa Messa

dal 30 novembre al 7 dicembre
ore 17.30: Rosario e Stellario
ore 18.00: Santa Messa, al termine processione con il SS. Sacramento all’interno della Chiesa Madre e benedizione Eucaristica

8 dicembre
ore 7.00: Alborata e scampanio
ore 8.00 – 9.30 – 10.30: Sante Messe in Chiesa Madre
ore 11.30: Solenne Celebrazione Eucaristica. Accensione della lampada votiva alla Madonna, la quale rimarrà accesa per tutto l’anno davanti l’immagine dell’Immacolata, e consegna della chiave d’argento da parte delle autorità civili della Città
ore 17.00: Santa Messa, consacrazione all’Immacolata. Solenne Processione con il simulacro per le vie della Città. Arrivati in piazza Santa Maria omaggio floreale alla Madonna
ore 22.30: Giochi pirotecnici.

Precedente Dente di leone (tarassaco), tutte le proprietà nutritive e curative. Successivo Leucolea, la rara oliva bianca e la sua storia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.