Si allontana con il materassino da Scilla e viene ritrovato a Messina.

Voleva rilassarsi sul materassino gonfiabile, cullato dalle onde. Quello che doveva essere un momento di relax per un giovane calabrese si è trasformato in un vero e proprio incubo.

Messosi in acqua a Scilla, in Calabria, il ragazzo col materassino ha preso il largo, trasportato dalle correnti. Dopo molte ore è stato ritrovato in Sicilia. Molta paura, per il giovane, che ha passato delle ore difficili nel bel mezzo dello Stretto di Messina, non ci sono stati danni.

A dare subito l’allarme erano stati i genitori, particolarmente scossi. I soccorritori lo hanno cercato sia via mare che via terra con elicotteri per ore. I sommozzatori hanno setacciato le acque antistanti Marina Grande di Scilla. Dopo le ore 1.20 di questa notte la buona notizia: il giovane è stato trovato vivo nei pressi di Messina. Il ragazzo di 28 anni sta bene.

Precedente La lavorazione della “curina”, una tradizione ancora viva in Sicilia. Successivo Baia Cornino. Auto perde il controllo e si ribalta.