Si sacrificò per una Sicilia LIBERA. Decorre oggi il 40º anniversario dall’assassinio di Piersanti Mattarella.

«Era un dirigente politico nazionale della Dc, presidente della Regione Sicilia. Quando fu ucciso dalla mafia stava uscendo di casa per andare a messa con moglie e figli. L’assassino s’è avvicinato e gli ha sparato… anche mia cognata è rimasta ferita. Io sono stato chiamato da uno dei miei nipoti e l’ho portato in ospedale, ma non c’era nulla da fare. Questo ovviamente è un ricordo per me molto doloroso».

Fu così che nel 2015 Sergio Mattarella spiegò ai microfoni della Cnn, la morte del fratello Piersanti, il 6 gennaio 1980. Parlarne fu difficile. «Non l’ho mai fatto», disse all’intervistatrice, che aveva già capito tutto. Quel racconto, a riascoltarlo ora, appare probabilmente minimalista anche per uno come lui, che si è sempre ispirato a un self restraint ben più severo dei normali atteggiamenti di riserbo, dominio di sé e autocontrollo. Arrivando a rendersi insondabile ogni volta che qualcuno tenta di esplorarne la sfera privata. Così, non metteva alcun pathos nel ricostruire l’agguato alla macchina ferma sotto casa in via della Libertà a Palermo, con una famiglia stretta sui sedili accanto alla vittima trucidata dal killer con una calibro 38: alla tempia, alle spalle, al petto, al fianco. Non lasciava trapelare indizi della propria disperazione, mentre prendeva fra le braccia il fratello quarantaquattrenne agonizzante, quasi che dopo tanto tempo gli fosse ancora impossibile elaborare il lutto. E non commentava la tragedia politica che si era compiuta allora e che cambiò la traiettoria del partito dei cattolici, oltre al suo personale avvenire. Sì, perché quel giorno Sergio, professore universitario, raccolse il testimone di Piersanti, facendosi politico e imboccando il percorso che lo avrebbe portato al Quirinale.

Precedente Soleimani, l’Italia smentisce ufficialmente che il drone che l’ha ucciso sia partito da Sigonella Successivo Simone, il veronese che ha lasciato il mondo della finanza per produrre cioccolato in Sicilia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.