La storia e il significato della Bandiera Siciliana



La bandiera giallo e rossa della Sicilia esiste da 720 anni.

Venne fatta nel 1282 dalla Confederazione delle Città della Sicilia che, dopo la rivolta del VESPRO del 30 marzo 1282 a Palermo, con un patto solenne, il 3 aprile del 1282, decisero di cacciare i Francesi da tutta la Sicilia. La triscele, comunemente chiamata anche trinacria, è lo storico simbolo della Sicilia. Si tratta della raffigurazione di un essere con tre gambe (dal greco τρισκελής appunto). È un simbolo di origine indo-aria, e ha una storia articolata e complessa; essa è similare a simboli di altre civiltà antiche come i Celti, e di diverse aree geografiche del pianeta, dal centro America, alla Mesopotamia e all’India.Dopo il ritrovamento di una triscele nella zona di Agrigento, a Palma di Montechiaro, sarebbe da accreditare in particolare l’ipotesi dell’origine minoica delle prime civiltà sull’isola, a conferma di quanto racconta Omero, e cioè che Minosse, partito da Cnosso all’inseguimento di Dedalo, sbarcò in Sicilia[2]. Questa Triscele di terracotta è conservata presso il Museo Archeologico di Agrigento.L’altro simbolo della bandiera intersecato con la triscele è il gorgoneion, ovvero la testa della Gòrgone (comunemente chiamata Medusa), i cui capelli erano serpenti.

Dal gennaio 2000 con la Legge N.1 del Parlamento Siciliano è la BANDIERA UFFICIALE della Sicilia. Questa Legge ne regola l’uso e l’esposizione su tutti gli edifici pubblici. Deve essere esposta sugli edifici comunali, sulle scuole, sugli edifici pubblici ed in tutti i luoghi in cuila Sicilia è rappresentata. La Polizia Municipale di tutta la Sicilia ha due stemmi uguali sulle divise. I Carabinieri delle caserme Siciliane hanno uno stemma con la Sicilia e la bandiera giallo rossa, la Guardia di Finanza e la Guardia Forestale anche.

La Trinacria è usata da milioni di Siciliani in tutto il mondo come simbolo dei loro prodotti e delle associazioni.

La troviamo nello stemma dell’università di Palermo, negli uffici postali prima dei Piemontesi ed è stata usata anche sulle medaglie delle Universiadi in Sicilia nel 1997.

Le navi della Marina Mercantile Siciliana sino al 1861 issavano la bandiera giallo-rossa con la Trinacria su tutti i mari del mondo (anche sotto i Borboni).

Precedente Custonaci, la Scuola Materna si allaga. Disagi per i bambini. I genitori vogliono vederci chiaro. Successivo Alivi cunzati (Olive condite): RICETTA