Valderice, il Museo della Tonnara apre le porte al pubblico.

Il museo della Tonnara apre le porte al pubblico. La Torre della Tonnara di #Bonagia, uno dei posti più belli e carichi di storia dell’Agroericino, adesso si potrà visitare. Al suo interno è allestita una esposizione dedicata al mondo delle Tonnare, con foto, utensili e attrezzi di lavoro dei tonnaroti. Nei due piani della Torre si possono anche ammirare due rappresentazioni in miniatura della Tonnara, realizzati a suo tempo dai rais Renda e Solina, che riproducono fedelmente il sistema delle reti. Letteralmente mozzafiato, infine, il panorama che si può ammirare dalla terrazza, dove si domina tutto il golfo di Bonagia. Abbracciando una visuale che va dal piccolo porticciolo del borgo marinaro fino a monte Cofano. Il museo della Torre di Bonagia sarà gestito dall’associazione #SalviamoleTonnare assieme alla #prolocodiValderice. Sarà aperto tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20. È previsto il pagamento di un ticket di 3 euro a persona, 5 euro per la visita accompagnata su richiesta. L’associazione “Salviamo le Tonnare” ha così raggiunto un primo importante traguardo nel suo progetto di valorizzazione del patrimonio storico e culturale del territorio. L’obiettivo è di arrivare al più presto al restauro degli antichi vascelli della Tonnara, mettendo l’esposizione della torre e le muciare a sistema in un unico circuito museale a pochi metri dal mare.

Un progetto ambizioso portato avanti in questi anni dall’associazione guidata dal presidente Nino Castiglione, che ha tenuto a ringraziare quanti hanno contribuito al raggiungimento di questo primo ed importane risultato, ad iniziare dall’imprenditore Andrea Bulgarella, che ha concesso l’utilizzo dei locali che della Torre di Bonagia, affidandoli all’associazione. Castiglione ha tenuto a ringraziare anche il sindaco di Valderice Francesco Stabile, l’assessore regionale Mimmo Turano ed il direttore del dipartimento della pesca Dario Cartabellotta, che hanno partecipato alla cerimonia di inaugurazione. Presenti al taglio del nastro anche i sindaci di Erice, Custonaci e Buseto Palizzolo Daniela Toscano, Giuseppe Morfino e Roberto Maiorana, oltre che tutti gli assessori del Comune di Valderice, ovvero Giuseppe Martinico, Maria Iovino, Cristina Ferro e Giuseppe Maltese, impegnati a vario titolo, ognuno per le loro competenze, nel seguire l’iter per il recupero delle muciare.

Ed a Bonagia per la cerimonia di inaugurazione c’era anche il direttore del Flag “Torri e Tonnare del litorale trapanese” Giampiero Cappellino, che si sta occupando proprio degli interventi per la sistemazione e la musealizzazione dei vascelli. Il presidente di “Salviamo le Tonnare” Nino Castiglione ha tenuto a ringraziare tutti per l’impegno messo nella strategia di valorizzazione del grande patrimonio culturale di Bonagia, a partire dall’ingegnere Michele Riccobene, che ha predisposto il progetto di restauro dei vascelli. Un grande ed importante risultato raggiunto grazie alla collaborazione di tutti!

Precedente Tutti i benefici della pala del fico d’india...e come proporla! Successivo Trapani, La leggenda del pirata Serisso “Ù rumpi teste”.