Un viaggio dentro la natura. Alla scoperta delle Cascate di Corleone.

In Sicilia puoi trovare di tutto, ma certamente non è terra famosa per l’abbondanza di corsi d’acqua. Da un lato le piogge poco frequenti (specie durante il lungo periodo estivo, dove praticamente sono assenti), dall’altro catene montuose non molto alte, hanno generato fiumi brevi e con una portata d’acqua poco abbondante. Difficile quindi credere che si possano trovare delle cascate degne di tale nome. Ed invece anche questa volta la nostra splendida isola è stata in grado di stupirci.

A Corleone, nel cuore dell’entroterra della provincia di Palermo, si trova la bellissima Cascata delle due Rocche, formata dal salto del fiume San Leonardo, un affluente del fiume Belice. Non sarà spettacolare come le cascate del Niagara o le cascate Vittoria; non sarà bella come la cascata delle Marmore: tuttavia questa cascata è davvero notevole ed è una delle mete predilette degli appassionati di fotografia. Alta circa 4 metri, si trova a pochi passi dal centro storico del paese, in mezzo alle due alte rocche, e finisce su un piccolo laghetto per poi prosegue il suo percorso all’interno del bosco.

Non è facilissima da raggiungere, anche perché poco segnalata e inspiegabilmente poco famosa. Occorre attraversare le strettissime stradine del paese, dove l’automobile riesce a passare a stento ed affidarsi alla gentilezza dei passanti, sempre prodighi e dare indicazioni. Una volta arrivati però davanti al cancello di ingresso, dove c’è uno slargo che consente di parcheggiare l’auto, si è praticamente ai piedi della cascata.

La zona è piuttosto piccola, la si riesce tranquillamente a visitare in mezz’ora, foto di rito comprese, però vale assolutamente la pena soffermarsi a godere del senso di pace e di contatto diretto con la natura che questo scorcio sa regalare. Si sente solo il fruscio costante dell’acqua che scorre ed il cinguettio degli uccellini. Tutto il frastuono cittadino che siamo abituati a sentire ogni giorno sembra così lontano che quasi ci si dimentica della sua esistenza.

Precedente Al via domenica 22 settembre, la prima edizione del SVLC Dream Trail Golfo di Cofano. Successivo Vi sveliamo la ricetta per preparare delle ottime “Pesche dolci”.