Vincenzo, l’odontotecnico palermitano che ha riscoperto il lavoro di lustrascarpe.

Vincenzo Croce è un giovane palermitano ritornato da un viaggio di fortuna alle Canarie che ha deciso di puntare tutto su un mestiere tanto antico quanto affascinante: lo sciuscià.

Dopo un’esperienza da consulente immobiliare si è imbattuto in quella che lui stesso definisce un’avventura: l’attività di lustrascarpe.

Lavora in via Principe di Belmonte, a pochi passi dal teatro Massimo di Palermo, una delle vie della Palermo bene dove girano sempre avvocati e imprenditori con la ventiquattrore e le scarpe di cuoio.

Le sua postazione è stata fatta artigianalmente, al suo interno si trovano gli scomparti per custodire il kit di lavoro e tutto il necessario per effettuare riparazioni di calzature, borse e oggetti di cuoio.

Vincenzo passava le sue giornate a distribuire curricula, poi dopo un corso di formazione curato dello storico calzolaio di via Marchese di Villabianca, Piero Caccamo ha deciso di intraprendere questa nuova esperienza distinguendosi con il suo stile particolare da rock sciuscià.

Vincenzo Croce è un esempio per tutti i giovani siciliani, il simbolo di tutti coloro che non stanno con le mani in mano ad aspettare che il lavoro piova dal cielo, ma si mettono in gioco con onestà, umiltà e voglia di fare, nell’attesa che in Sicilia prima o poi cambi qualcosa.

https://www.facebook.com/vincenzolustrascarpe/

 

Precedente Il vento ha provocato ancora danni a Custonaci. Operai a lavoro per il ripristino. Successivo “Giocattoli in movimento”, una iniziativa del M5S per donare un sorriso ai bambini di Trapani.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.