Crea sito

A Pettineo (ME), l’albero d’ulivo più antico della Sicilia, una vera scultura modellata dalla natura

A introdurre la coltivazione dell’ulivo in Sicilia furono i Greci. Qui l’albero aveva già trovato il suo antenato selvatico: l’olivastro. All’ulivo i Greci di Sicilia attribuivano grande importanza tanto che sradicare anche un solo albero comportava la pena dell’esilio! 

È a partire dal XVI secolo che l’olivicoltura in Sicilia, come in tutta l’area del mediterraneo, ebbe un notevole sviluppo; l’importanza dell’olivo e dell’olio che se ne ottiene dalla spremitura dei suoi frutti, detti “drupe”, diventa enorme nella storia economica e nella cultura mediterranea. È il momento in cui si comincia a fare una certa distinzione tra gli oli.

Albero d’ulivo millenario di Pettineo (ME)

L’albero di ulivo più antico del Mediterraneo si trova a Pettineo, nel messinese. Percorrere le sue strade significa imbattersi in ulivi secolari. Tra questi spicca un ulivo di 1800 anni. Fotografare i loro tronchi è d’obbligo. Sono creature modellate dal tempo, ti sembra di percorrere secoli di storia e di cultura. Sono vere e proprie opere d’arte naturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!