Crea sito

Alicudi, la più selvaggia delle Eolie: paradiso naturale per caprette e pecore

Ad Alicudi, isola selvaggia, incontaminata delle Eolie, regna il silenzio ed è questa sua prerogativa a renderla attraente e speciale. “I turisti – dice l’editore vicentino Aldo Di Nora, ideatore di guide turistiche e mappe per trekking che si è trasferito qui – vengono anche per praticare yoga e meditazione, danze di gruppo. L’isola è fatta per gente che ama il silenzio, la tranquillità e la natura”.

Un’isola splendida che vive, sì, di turismo, ma non disdegna la pesca e l’agricoltura. Sono presenti alcune coltivazioni di capperi. Alicudi conta 80 abitanti che d’estate diventano 3.000. Ma tra la sua “popolazione” si contano ben 700 capre, alcune anche grandi, e ancora 300 pecore, come risulta da un censimento che ha fatto il proprietario di un albergo-ristorante. Alicudi rispetta e protegge le sue capre, così come la vicina Filicudi protegge delfini, capodogli e tartarughe.

Alicudi – Foto EugeniaSt/shutterstock

Il problema più grosso, ad Alicudi, che viene attribuito alla presenza delle capre, è la sopravvivenza dei muretti a secco, nati dalle mani e dall’esperienza della gente del posto. Lì il passaggio delle capre è devastante. A favore della presenza delle capre si registra la pulizia che fanno nei terreni dove brucano rovi ed erbacce che gli uomini, altrimenti, lascerebbero crescere e dove non si verificano incendi. Ma il loro passaggio purtroppo fa precipitare a valle grossi massi.

Se a Lipari c’è il problema dei cani randagi, Alicudi fa i conti con la “capreietà”, come chiamano il fenomeno alcuni abitanti che mal sopportano la presenza delle capre sull’isola. – “Certo che il problema delle capre esiste e la soluzione non è facile” – asserisce l’editore Di Nora.

E mentre Alicudi si spopola, tra i giovani che vanno via per studiare e gli abitanti che emigrano in cerca di fortuna, le capre continuano invece a moltiplicarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!