Brioche con gelato e panna: una bomba paradisiaca che canta “ciuri ciuri” da Alicudi a Pantelleria

La famosa brioche con gelato occupa senza dubbio un posto d’onore tra i dolci della tradizione siciliana. Questa è una brioche morbida di pasta lievitata da consumare da sola, con la granita o con il gelato artigianale. Durante la stagione estiva, la brioche con gelato viene consumata anche al mattino accompagnata da caffè o cappuccino, o al pomeriggio per uno spuntino ricco e sostanzioso. E quando aggiungi un ciuffo o più di panna senti cantare gli angeli.

brioche fragola e panna

La “broscia col tuppo” si differenzia dai cornetti e dalle normali preparazioni di pasta lievitata per il suo caratteristico “chignon”. Presenta infatti una base rotonda e soffice e sopra un’altra piccola rotondità che ricorda appunto il tuppo o la crocchia che si facevano le donne.
Se vogliamo preparare la brioche a casa ecco cosa occorre:

INGREDIENTI PER 10 BRIOCHE

200 g farina

50 ml latte

2 uova

1 cucchiaino lievito in polvere per dolci

10 g burro

E’ una ricetta con un impasto più veloce rispetto al tradizionale perché non prevede una lunga lievitazione

PREPARAZIONE

Versare  la farina, il lievito, il burro e lo zucchero all’interno di un robot da cucina ed impastare; unire anche il latte e l’uovo. Quando gli ingredienti saranno ben amalgamati tra loro, trasferire il tutto su di un piano di lavoro leggermente infarinato e impastare per qualche minuto con le mani.

Ricavare 10 palline più grandi e 10 più piccole. Adagiare le palline più grandi su di una teglia foderata con carta da forno. Con un dito fare una leggera pressione al centro di esse e  posizionare sopra ad ognuna una pallina più piccola.  Spennellare le brioche con del tuorlo sbattuto o un po’ di latte, quindi  infornare a 180°C per 15 minuti. A cottura ultimata lasciare  raffreddare. Una volta fredde, tagliare a metà le brioche e farcirle con il gelato del gusto preferito.

Brioche con gelato e scagliette di cioccolato

Se poi vogliamo proseguire in questo momento di beatitudine, un’abbondante spalmata di panna montata fresca può fare solo del bene, almeno allo spirito!

Precedente Aiutaci a salvare Erice: firma anche tu la petizione perché il nostro borgo medievale resti com'era Successivo Coronavirus: annullata la 30^edizione dello SPINCIA FEST