Crea sito

Chiude il punto nascita della clinica “Sant’Anna” di Trapani.

La decisione di chiudere il punto nascite della casa di cura “Sant’Anna” a Trapani, sarebbe stata assunta dal proprietario, l’imprenditore siracusano Antonio Tigano, da anni ormai il numero uno tra i titolari di cliniche e case di cura in Sicilia.

I quasi 500 parti annui non sono stati giudicati sufficienti, in termini di resa economica, per proseguire l’attività.

A rischio non c’è, ovviamente, solo la possibilità per le future mamme di partorire in una “dimensione” diversa, più raccolta e per certi aspetti più confortevole, ma anche posti di lavoro: si tratta di 13 ostetriche, 5 infermiere pediatriche, una neonatologa e un anestesista strutturati a cui si vanno ad aggiungere i 10 ginecologi che hanno rapporti di collaborazione con la Sant’Anna a cui le loro pazienti facevano riferimento.

Il direttore sanitario della Clinica, il ginecologo Salvatore Pollina, ha dichiarato di avere appreso della decisione di chiudere il reparto a cose fatte, senza, quindi, alcun margine di confronto o trattativa. Una decisione dettata da logiche imprenditoriali che guardano ai bilanci ma che non dovrebbe dimenticare che opera nel campo della salute e del benessere delle persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!