Crea sito

Da Londra un progetto per la rinascita dei centri storici e degli antichi borghi siciliani

A Londra presentata ITS for ITALY, l’iniziativa imprenditoriale che, da oltre 5 anni, investe in imprese di italiani all’estero. Obiettivo del progetto è il recupero sostenibile del nostro Paese. ITS ha già collaborato con 7 comuni italiani e c’è una disponibilità di altri 10 per il prossimo trimestre. Il programma prevede di operare in non meno di 30 unità abitative per ogni comune aderente.

Da questo progetto che già si è rivelato vincente in molte città italiane, nasce ITS for Sicily, operativa per la Sicilia, fondata da Matteo Cerri e da Sebastiano Missineo, imprenditore siciliano e già Assessore Regionale ai BBCC. A questa bellissima prospettiva di ridare dignità, bellezza e vita ai borghi abbandonati si somma un vantaggio per l’economia delle giovani imprese locali che dovranno lavorare nel recupero di tali abitazioni.

L’obiettivo è infatti quello di recuperare tali abitazioni per renderli attraenti e appetibili anche economicamente a nuovi residenti dall’estero, siano essi stranieri o gli stessi siciliani che ritornano nei loro paesi. Il vantaggio economico per loro sarebbero esenzioni fiscali fino al 90%. Questo progetto prevede che i comuni aderenti dimostrino, innanzitutto, la disponibilità dell’amministrazione pubblica a semplificare gli iter amministrativi e burocratici, individuino le zone da recuperare con progetti importanti ed efficaci. Tali progetti dovranno comprendere una seria predisposizione per la sostenibilità ambientale, l’efficienza energetica, la connettività e tutti i piani particolareggiati per il recupero degli immobili storici. Come dire mettere in essere tutto ciò che rende la vita migliore, moderna e vivibile a misura d’uomo.

Sambuca di Sicilia

Molti paesi e borghi dell’entroterra siciliano hanno già aderito a questo progetto ed altri si stanno muovendo in questa direzione. Uno spiraglio di luce per l’economia, il turismo e il ripopolamento di paesi votati ormai all’abbandono. E speriamo che tanti altri comuni aderiscano a questo progetto che ha tutte le carte giuste da giocare per una rinascita vera.

“E’ una grande occasione di sviluppo per la Sicilia quella offerta oggi dai nostri borghi, in grado di offrire lo stile di vita, il clima, la gastronomia e la rinomata ospitalità di grande fascino per gli investitori stranieri e per chiunque vuole diventare “siciliano” – dice Sebastiano Missineo, fondatore di ITS for Sicily.

Its ha già previsto, per il 2021, una serie di operazioni per il recupero di Case Cantoniere, Stazioni ferroviarie ed immobili demaniali, per dare dignità a questi edifici che sono la nostra storia e riconvertirli prevedendo nuova destinazione d’uso, nuove attività, moderne ed efficienti nell’ottica del recupero e non della demolizione. Quindi non aggiungere cemento, ma valorizzare quel che c’è, patrimonio culturale da non disperdere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!