Crea sito

“Dalla parte dei diritti”: a Palermo il Massimo si colora con l’arcobaleno contro l’omotransfobia

Foto di Roberto Giuseppe Palazzo“

La città di Palermo ha aderito alla mobilitazione nazionale “Dalla parte dei diritti” per l’approvazione del disegno di legge Zan che vuole estendere le protezioni attualmente in vigore per le etnie e l’orientamento religioso – previste dalla cosiddetta legge Mancino del 1993 – all’orientamento sessuale e all’identità di genere. Ancora oggi l’Italia è uno dei pochi paesi europei a non avere una legge che protegga adeguatamente le persone della comunità LGBT+.

Per l’occasione la facciata principale del Teatro Massimo si è illuminata con i colori della bandiera arcobaleno. In piazza, anche il sindaco Leoluca Orlando: “Siamo qui – ha detto il primo cittadino – per confermare la nostra volontà di affermare due diritti fondamentali: libertà e vita, che non vengano più mortificati. Chiediamo con forza che questa legge venga approvata ma che sia un primo passo che agisce sul diritto penale per aprire la strada a un forte cambio culturale, perché necessitiamo e meritiamo un forte cambio culturale. Tutti noi seguiremo i lavori del 20 ottobre in Parlamento, chiedendo a chi voterà di metterci la faccia”. 

“Una piazza piena di adolescenti –  ha commentato Pietro Pitarresi, coordinatore del Palermo Pride – per una legge che è destinata principalmente a loro, perché le nostre esistenze sono state contrassegnate dalla violenza e dalla discriminazione. Ci è stata insegnata la vergogna, le cose più belle che sono capitate nella nostra vita sono state macchiate dalla vergogna ed è per questo che diventa necessaria l’educazione di genere, che in qualche modo esiste già ma è educazione di genere del patriarcato. I soggetti vulnerabili, adolescenti e minori, vivono in spazi di claustrofobia i fatti di violenza e stereotipi, schiacciati da un ordine spacciato per ordine naturale. A chi solleva il problema della libertà di opinione: il timore è di perdere la libertà di massacrarci”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!