Crea sito

E’ uno dei pani più buoni d’Italia: Gambero Rosso premia il panificio Martinez di Trapani

E’ stata presentata al Mediterraneo del Maxxi a Roma la terza edizione di Pane&Panettieri d’Italia 2022 del Gambero Rosso, realizzata in collaborazione con Petra-Molino Quaglia.

La nuova guida Pane & Panettieri del Gambero Rosso crea graduatorie, assegna premi con uno sguardo attento alle storie che sono dietro al lavoro del panificatore, ripercorrendo la filiera e valorizzando il mondo agricolo, punto di partenza della qualità del prodotto finito. La guida valorizza ancora l’attenzione, la creatività e la passione degli artigiani del pane, veri artisti, attenti e virtuosi e tra questi anche i pizzaioli che contribuiscono ad allargare l’offerta e la diffusione dell’alimento principe delle nostre tavole, il pane, mettendosi in gioco con la loro esperienza tra le farine, le varietà, le proprietà di ciascuna di esse.

Sono 50 i panifici italiani premiati con il massimo punteggio dei Tre Pani, tra questi quattro sono siciliani. Tra loro c’è anche un’eccellenza trapanese, il panificio di Giuseppe MARTINEZ che conferma il risultato già ottenuto lo scorso anno.

«In questa terza edizione della guida Pane&Panettieri vogliamo celebrare il pane, un prodotto tradizionale ma che al tempo stesso è in continua evoluzioneı» ha dichiarato Paolo Cuccia, Presidente di Gambero Rosso «È iniziata una nuova era per i maestri panificatori, che grazie al loro impegno e alla loro passione stanno rivoluzionando un settore che coinvolge sempre più i giovani, futuri protagonisti dell’arte bianca».

La storia del Panificio Martinez inizia nel 1950, ma ancora prima i tre fratelli Giuseppe, Rosario, Filippo e il cognato Paolo hanno dato il via all’attività di panificatori, oggi molto affermata nel territorio trapanese.

Agli inizi degli anni ’90 Giuseppe con la moglie Lalla inizia una bellissima avventura giostrandosi tra pane, farine e grani. Sempre attento, Giuseppe, si distingue per la scelta di materie di qualità e locali, lavorando in special modo il grano duro siciliano, avvalendosi dell’esperienza del padre sul lievito madre, le paste acide e sui cicli di lievitazione, improntando la sua azienda su una panificazione più sana e genuina.

Negli ultimi anni si inoltra nel mondo de “I pani della salute” alla riscoperta dei cereali (farro, saraceno, avena, miglio, segale, orzo, mais ecc.) e dei grani antichi siciliani (Tumminia, Perciasacchi, Russello, Cappelli, Bidì, Margherito, ecc.) moliti a pietra integri, ottenendo moltissimi riconoscimenti locali, nazionali ed internazionali, contribuendo alla promozione dei prodotti d’eccellenza della nostra terra.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: