Crea sito

Isole Eolie: l’arcipelago siciliano da sogno.

Il piccolo arcipelago delle Eolie è formato da sette isole di origine vulcanica, riconosciute nell’anno 2000 dall’UNESCO quale patrimonio dell’umanità.

L’isola piu’ grande e’ Lipari, seguita da Salina. La piu’ piccola invece è Panarea, ma e’ anche l’isola piu’ esclusiva, e meta per le vacanze per molti VIP. Stromboli, grazie all’intensa attività’ vulcanica di Iddu ha visto incrementare fortemente il turismo negli ultimi anni. Vulcano resta un’isola molto frequentata sia per lo stabilimento termale che per le attrattive turistiche. Infine, Filicudi ed Alicudi, ad ovest dell’arcipelago e vicine a Palermo, sono le isole per gli amanti della natura e della tranquillita’. Ad Alicudi non circolano veicoli ed e’ caratterizzata da un territorio selvaggio e incontaminato.

Alicudi

Alicudi

Alicudi è l’isola più occidentale dell’arcipelago eoliano, situata a circa 34 miglia marine ad ovest di Lipari. È dominata dal monte Filo dell’Arpa, un vulcano spento di circa 5 km², quasi perfettamente circolare, con coste scoscese e ripide.

L’unico centro abitato dell’isola si trova sul versante est, che digrada in modo meno aspro verso il mare, è chiamato anch’esso Alicudi e si divide in cinque piccole frazioni.

Un di queste, Contrada Pianicello, è abitata da una popolazione di madrelingua tedesca originaria della Svizzera.

Filicudi

Filicudi

L’isola di Filicudi è la quinta in ordine di grandezza. Si tratta dell’isola geologicamente più antica dell’arcipelago, ed è abitata da circa 200 persone.

È il luogo ideale per gli amanti della natura. L’assenza dei rumori della città permette ai visitatori di godere appieno dei suoni della natura, ovunque sull’isola domina l’odore del mare e della macchia mediterranea.

Vulcano

Vulcano

Vulcano è la più vicina alla Sicilia, dista infatti appena 12 miglia da Capo Milazzo ed è ed composta da ben 4 vulcani: Lentia, Piano, Vulcanello e Fossa.
Una vera e propria perla del mediterraneo, l’isola che meglio esprime l’equilibrio fra natura e insediamento umano: nel corso dei secoli, gli interventi dell’uomo si sono infatti limitati a “modellare” ciò che la natura offriva, senza danneggiare o modificare in alcun modo flora e fauna dell’isola.

Stromboli

Stromboli

Stromboli è l’isola situata più a nord, ha una superficie di 12,2 kmq e altro non è che la parte emersa di uno dei vulcani più attivi del mondo.

L’assenza di strade la rende sicuramente una delle isole più selvagge, ma il suo fascino è dovuto soprattutto alla presenza di “Iddu” il Vulcano che si manifesta periodicamente e costantemente con esplosioni e lanci di lapilli.

Salina

Salina

Anch’essa di origine vulcanica è formata da 6 vulcani spenti.

È famosa per la produzione di capperi che vengono esportati in tutto il mondo e della malvasia, un vino dolce gustato alla fine dei pasti.

Panarea

Panarea

È la più piccola isola dell’arcipelago, la sua superficie si estende per poco più di 4 chilometri quadrati. Oggi l’isola conta circa 200 abitanti, ed è una delle mete turistiche più ambite dai turisti provenienti da ogni parte del mondo.

Lipari

Lipari

Tra le Isole Eolie, Lipari è la più estesa, somiglia ad una piccola città. Offre bellissime spiagge con zone selvagge e incontaminate, ma anche divertimento, arte e cultura.

Anch’essa di origine vulcanica, si presenta con coste alte e frastagliate, numerose grotte, faraglioni e “scogli”.

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: