Crea sito

Il 21 luglio a Palermo un seminario sui “Beni Culturali e Sociali per lo Sviluppo del Territorio”

Il 21 luglio presso l’atrio del Castello di Maredolce, in vicolo del Castellaccio 21, a Palermo, a partire dalle 18.00, si terrà il seminario dal titolo “Beni Culturali e Beni Sociali per lo Sviluppo del Territorio”. Tra gli argomenti che animeranno il seminario: il valore dei Beni Culturali all’interno della comunità, la loro fruizione come fattore di sviluppo sociale, le esperienze condotte in ambito agricolo nel contesto urbano e il Parco antico di Maredolce con le sue peculiarità paesaggistiche da valorizzare.

L’evento è stato organizzato e promosso dalla soprintendenza per i beni culturali e ambientali di Palermo unitamente all’ATS Maredolce, della quale fanno parte le società cooperative Solidarietà, Sviluppo e Legalità, Libera…mente e l’Associazione per i Diritti degli Anziani. Apriranno i lavori Luciano Maria D’Angelo, in rappresentanza dell’ATS Maredolce e Marina Altavilla,  direttrice dell’Ufficio Interdistrettuale dell’Esecuzione Penale Esterna della Sicilia.

Coordinati dalla giornalista Marianna La Barbera, prenderanno parte a questo seminario come relatori Lina Bellanca, Soprintendente dei Beni Culturali di Palermo, Giuseppe Barbera, docente in Scienze Agrarie presso l’UNIPA, Manfredi Leone, docente in Architettura del Paesaggio presso l’UNIPA, Lino D’Andrea, garante per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza del Comune di Palermo, Mario Barbagallo, direttore dell’Unità Operativa Complessa di Geriatria e Lungodegenza presso il Policlinico “Paolo Giaccone” di Palermo, Giuseppe Lo Pilato, direttore del Giardino della Kolymbetra ad Agrigento, Laura Anello, giornalista, ideatrice e curatrice del festival “Le Vie dei Tesori”,  Francesco Di Giovanni, coordinatore dell’associazione Inventare Insieme e Nicolò Caldarone, direttore dell’Ente Sviluppo Agricolo.

Sarà dato particolare risalto al tema dell’agricoltura sociale come strumento di affermazione della legalità  e all’orto di Maredolce quale occasione imprescindibile da offrire a soggetti sottoposti a misure trattamentali, temi e attività che contribuiscono al riscatto sociale, all’affermazione della dignità che ha come fine ultimo l’ educazione alla cittadinanza.

La chiusura dei lavori è prevista per le 20:30. L’evento, che, per le misure di sicurezza, non potrà ospitare più di 100 persone, si concluderà con un concerto di musica classica a cura del Maestro Gianluca Badon.         

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: