Il Santuario di Siracusa e la Madonna che nel 1953 pianse per i siciliani.

Madonna delle Lacrime

Il Santuario della Madonna delle Lacrime di Siracusa venne edificato 1966, in memoria del miracolo accaduto in città, quando l’effige in gesso della Vergine Maria situata sul capezzale di una casa (in Via degli Orti, 11) di una coppia di siracusani, inizio miracolosamente a lacrimare.

L’evento straordinario si ripeté dal 29 Agosto al primo Settembre del 1953, tra la perplessità e l’incredulità iniziale dei fedeli;  sensazioni, quest’ultime, che presto si trasformarono in totale e sentita commozione nel vedere scendere le lacrime sulle guance della Vergine.

Dopo il miracolo, l’effige della Madonna venne collocata nella piazza della città per essere poi trasferita e collocata definitivamente all’interno del santuario quando questo venne costruito.

Nel 1957 furono due architetti francesi, Michael Andrault e Pierre Parat, a dar via al progetto di costruzione del santuario, il quale venne definitivamente completato e inaugurato da Papa Giovanni Paolo II il 6 novembre 1994.

Interno del Santuario

Il Santuario della Madonna delle Lacrime è composto da una cripta e da una chiesa superiore, dalla forma conica e slanciata, che dall’alto dei sui 74 metri domina il panorama di Siracusa.

Nella chiesa superiore, è collocato l’altare centrale, mentre ai lati si trovano le cappelle della Sacra Sindone, di Santa Lucia, di San Giuseppe, del Santissimo Sacramento, la cappella della Carità e quella di San Pio di Pietrelcina.

Nella cripta, invece, vi sono custoditi resti archeologici dell’età romana nonché le cappelle di San Corrado Confalonieri, di San Francesco d’Assisi e di Sant’Agata.

Con un atto formale firmato dal presidente della Conferenza episcopale siciliana, monsignore Gristina, lo scorso 29 agosto 2019, la Basilica della Madonna delle Lacrime di Siracusa è diventata Santuario regionale.

Precedente A San Vito Lo Capo "Marina Bay" prepara un nuovo progetto, il comitato per il NO alza le barricate. Successivo Mandorlo in fiore in Sicilia, tra i suoi fiori la storia di un amore eterno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.