Il “timballo di riso e melanzane” alla palermitana: la pace dei sensi!

Il timballo, tipico dell’Italia meridionale ed in particolare della Sicilia e di Napoli (sartù), probabilmente prende il nome dal termine arabo  “atabal” che significa “timpano”, uno strumento a percussione la cui forma è simile a quella che prende il timballo di riso una volta sformato. La Sicilia del resto ha subito l’influenza araba in diverse preparazioni culinarie.

La ricetta del timballo di riso e melanzane alla palermitana è davvero facile e irresistibile. Si tratta di un primo piatto ricco e gustoso, che tuttavia è composto da ingredienti abbastanza semplici. Le melanzane sono un grande classico della cucina siciliana e le troviamo in tante declinazioni culinarie perché, per la loro versatilità, si prestano a molte preparazioni.

Il timballo può essere condito con il sugo rosso di solo pomodoro oppure sugo con la carne,  ma può essere anche bianco. In questo caso spesso il riso non è bollito ma cotto come un risotto, anche con l’aggiunta di zafferano e condito con uova sbattute, con parmigiano, mozzarella, o altro formaggio filante. Immancabile è la componente filante della ricetta.

Qualunque sia la scelta del condimento del riso, univoca è la preparazione dell’involucro, il contenitore, cioè le melanzane fritte. Quindi una volta preparato il sugo e lessato o cotto il riso, prepariamo le melanzane. Dopo averle lavate ed affettate le mettiamo sotto sale per circa 15 minuti per far perder loro l’amarognolo.  Quindi, sciacquate e tamponate, le friggiamo in abbondante olio di semi d’arachide e le poniamo su carta assorbente per far  perdere l’unto in eccesso.

Adesso cominciamo con la fase creativa. Foderiamo una tortiera, preferibilmente con bordo a cerniera mettendo  le melanzane fritte sia sul fondo che sulle pareti e facendole sporgere per far da copertura. Successivamente a nostro piacimento aggiungiamo il riso già condito alternandolo a strati di melanzane, mozzarella, pecorino, caciocavallo (quello che più ci aggrada) e ripetiamo col riso e con i vari formaggi, sovrapponendo uno strato finale di melanzane e chiudendo il timballo con una spolverata di pan grattato.

Inforniamo in forno preriscaldato a 180 ° circa per 15/20 minuti. Lasciamo intiepidire e trasferiamolo su un piatto di portata!

Il timballo di riso e melanzane è  il pranzo della domenica, il piatto delle gite fuoriporta, è un piacere per gli occhi prima che per il palato.

Precedente Malvasia delle Eolie: il nettare degli dei Successivo L’antica torre d’avvistamento nella ricca terra di Nubia