Crea sito

In Sicilia è caccia ai piromani: “fuoco appiccato in maniera scientifica affinché i danni fossero enormi”

La Sicilia oggi conta i danni dopo i roghi appiccati da criminali senza scrupoli che nel fine settimana, aiutati dal forte vento di scirocco, hanno devastato alcuni tra i luoghi più belli e suggestivi dell’isola: Altofonte, Macari, Castelluzzo, la Riserva dello Zingaro, Scopello, Termini Imerese, Selinunte, Scorace, Piana degli Albanesi, Alcamo, Custonaci, Valderice, Pettineo, Villaggio di San Saba. Migliaia di ettari di macchia mediterranea e di bosco andati distrutti, centinaia di famiglie costrette a lasciare le proprie abitazioni, con il terrore di non trovarle più.

“La Riserva dello Zingaro risulta totalmente bruciata, ad eccezione di un piccolo spicchio dal lato di Castellammare del Golfo” ha dichiarato il sindaco di San Vito Lo Capo, Giuseppe Peraino, commentando immagini dei territori distrutti. E stato un fronte di fuoco troppo grande, fatto in maniera scientifica per far sì che con il vento si estendesse il più possibile. Una mano criminale ha agito ancora una volta sul nostro territorio che è stato letteralmente assediato dal fuoco”.

La Riserva dello Zingaro prima e dopo

«Non basta più spegnere gli incendi, occorre un’azione di prevenzione, bloccando sul nascere l’azione dei piromani, anche con ronde di pattugliamento e un’attività di intelligence messa in campo dall’autorità giudiziaria attraverso le forze dell’ordine». A dirlo è Salvo Cocina, direttore del Dipartimento di Protezione Civile della Regione Siciliana attraverso un post pubblicato sui social. “Come sempre si tratta di incendi appiccati di proposito da sconosciuti, che – sottolinea Cocina – hanno fatto leva sulle condizioni meteo di questi due giorni, caratterizzate da forte vento di scirocco e temperature elevate». 

“Per ricostituire i boschi ridotti in cenere dal fuoco ci vorranno fino a 15 anni con danni all’ambiente, all’economia, al lavoro e al turismo“. E’ quanto stimato da Coldiretti.  “Se certamente il divampare delle fiamme è favorito dal clima anomalo, a preoccupare è proprio l’azione dei piromani, visto che la maggior parte degli incendi si stima siano causati volontariamente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!