Crea sito

Infiltrazioni mafiose: sciolto il Comune di Mezzojuso

Finalmente, sembra, che sia stata posta la parola fine su una lunghissima ed oscura vicenda che vedeva coinvolti il Sindaco ed il Consiglio Comunale di Mezzojuso. Il Consiglio dei Ministri, infatti, su proposta del Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, dopo avere accertato, a norma dell’articolo 143 del Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, ripetuti condizionamenti e pressioni da parte delle locali organizzazioni criminali ha disposto lo scioglimento per diciotto mesi del Consiglio Comunale. 

Il Sindaco e la Giunta dunque decadono e l’amministrazione dell’ente verrà affidata ad una Commissione di gestione straordinaria. 

Il Comune di Mezzojuso era finito sotto i riflettori del programma di La7 “Non è l’Arena”, condotto da Massimo Giletti, a seguito di un’inchiesta che vedeva coinvolte le sorelle Napoli, vittime di ripetute intimidazioni e pressioni mafiose volte a costringere Irene, Ina ed Anna a cedere i loro terreni a cosa nostra. 

Diverse le reazione delle parti in causa. Da un lato il primo cittadino di Mezzojuso rassicura i propri concittadini invitandoli  “perché restino fiduciosi nelle Istituzioni, sicuro che il nostro ordinamento legislativo garantisce strumenti e rimedi adeguati a far valere le nostre ragioni nelle sedi opportune”.

Dal canto loro le sorelle Napoli si dicono soddisfatte “della decisione del Consiglio dei ministri che costituisce un ulteriore riscontro su quanto noi abbiamo già denunciato e quanto noi abbiamo subito e che continuiamo ancora a subire.”

Anche il conduttore Massimo Giletti ha voluto precisare che “una tv che va fino in fondo, alla fine vince”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: