La cripta del Duomo di Messina, un incantevole tesoro poco conosciuto.

Ci troviamo a Messina, dove vi porteremo alla scoperta di una “chiesa sotterranea”, sopravvissuta a terremoto e alluvioni, con annesso uno “scolatore di cadaveri”, dove venivano posti ad essiccare i defunti attraverso un procedimento di mummificazione naturale

loading…
MESSINA. Era il 28 marzo del 2009 quando decine di migliaia di messinesi scoprirono per la prima volta uno dei “tesori nascosti” della città dello Stretto. Nel giro di appena due giorni, grazie al Fondo ambiente italiano, furono ben 25mila i cittadini che restarono a bocca aperta e con il mento all’insù d’innanzi alle meraviglie della cripta del Duomo:un gioiello storico e architettonico, sconosciuto ai più, che divenne il monumento più visitato d’Italia nelle Giornate di Primavera. A distanza di 11 anni da allora, il bene è stato inserito fra i “Luoghi del Cuore” del Fai, il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare, ma ancora sono numerosi i cittadini che non ne conoscono la storia o che non hanno mai avuto occasione di ammirarne la bellezza.

Leggi l’articolo completo al seguente link

http://www.letteraemme.it/2020/01/13/i-tesori-di-messina-le-meraviglie-della-cripta-del-duomo/

Precedente Lo street food siciliano in giro per Londra a bordo di un double-decker bus. Successivo A 52 anni dal sisma del Belice la ricostruzione è ancora incompiuta. Al via oggi le celebrazioni in memoria delle vittime.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.