Crea sito

“Sardi a Beccafico” La ricetta di uno dei piatti storici siciliani.

Le sarde a beccafico sono un piatto tipico della cucina siciliana servite sia come antipasto che come secondo piatto. Nate in origine come piatto povero, a imitazione dei “beccafichi ripieni”, piatto aristocratico in cui si farcivano gli uccelli con le loro interiora.

Nel caso delle sarde, la preparazione è simile ma si usano pangrattato e pinoli al posto delle frattaglie. Di questo squisito piatto esistono diverse varianti in tutta la Sicilia, oggi, prepariamo la ricetta originale delle sarde a beccafico alla trapanese.


INGREDIENTI

  • SARDE 1 kg
  • ACCUGHE SOTTOLIO 5
  • ARANCIA 1
  • MOLLICA DI PANE 100 gr
  • SPICCHIO DI AGLIO 2
  • UVETTA SULTANINA 40 gr
  • PINOLI 40 gr
  • OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA 4 cucchiai da tavola
  • ALLORO 1 foglia
  • PREZZEMOLO ½ ciuff
  • PEPE q.b.
  • SALE q.b.

PROCEDIMENTO

Pulite  le sarde eliminando le interiora, la testa e la lisca centrale, apritele a metà fino alla coda. Lavatele, asciugatele, salatele e disponetele aperte su un piano.

Mettete a bagno per 10 minuti in una ciotola con poca acqua l’uvetta.

A questo punto, tritate,  l’uvetta aggiungendo il prezzemolo, l’aglio i pinoli il pepe, le acciughe e un pizzico di sale. Sbriciolate la mollica di pane e rosolatela in due cucchiai di olio, quindi unitela al ripieno

Distribuite equamente il composto ottenuto sulle sarde, quindi arrotolatele lasciando fuori il codino, fermate i rotolini con uno stuzzicadenti.

Sistemate in una pirofila gli involtini con la codina in alto ed alternateli con foglie di alloro.

Infornate per 20 minuti a 180 gradi di tanto in tanto irrorate con un emulsione di succo d’arancia miele, acqua e olio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: