Lo scienziato trapanese Zichichi riceve in dono la Bibbia da Papa Francesco

Fare conoscere e diffondere tra la gente, in ogni parte del mondo, il Libro dei Libri è la grande missione di Papa Francesco per il 2020.

La Bibbia con quasi 4 miliardi di copie stampate e vendute negli ultimi 50 anni resta il libro più diffuso al mondo.

«Peccato però che sugli scaffali delle case sia sempre pieno di polvere».

Papa Francesco
Così, il 26 Gennaio, nella Domenica della parola di Dio, su iniziativa di monsignor Rino Fisichella, il pontefice ha dedicato una giornata speciale a questo argomento che necessita di una strategia globale, investendo non solo le nazioni, le conferenze episcopali ma le singole categorie di persone. Giovani, pensionati, maestri di scuola elementare, poliziotti, professori, accademici, giornalisti, poveri, ricchi, imprenditori, negozianti, disoccupati, carcerati, artisti, politici, amministratori, avvocati, operai, scienziati, infermieri, medici. Nessuno escluso.

Alla messa in basilica vaticana, era presente anche lo scienziato trapanese Antonino Zichichi. É stato tra le 40 persone, scelte in rappresentanza di varie categorie, che ricevettero alla fine della celebrazione, una Bibbia, in dono simbolico, da Papa Francesco.

Precedente La Shoah dei bambini. Furono un milione e mezzo i bambini uccisi dal nazifascismo. Successivo Attesissima novità. Palermo centra il bersaglio: prossima apertura Decathlon.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.