Crea sito

Maraone: “il paradiso dei sub”. Il piccolo isolotto disabitato tra Levanzo e la costa trapanese

di Sergio Pace

Levanzo, Favignana e Marettimo sono le tre principali isole dell’arcipelago delle Egadi. Chiunque si trovi nell’estrema punta nord-occidentale della Sicilia non può far a meno di includere nel suo programma di viaggio una visita di queste tre perle di fronte la costa trapanese. L’arcipelago delle Egadi consta anche di altri isolotti e una serie di scogli o faraglioni. Citiamo l’isolotto di Formica, abitata da tutti quei popoli transitati in questa parte del Mediterraneo (Fenici, Greci, Romani, Italici, Arabi e Normanni).

Maraone – foto fonte www.itinerari.it

A circa 600 metri ad ovest di Formica si trova l’isolotto di Maraone. Per le sue dimensioni (lunga poco più di 600 m larga al massimo 80 m) possiamo considerarlo più un grosso scoglio, dalla forma stretta e allungata. Nel cuore delle Egadi tra l’isola di Levanzo e la costa di Trapani, Maraone è poco conosciuta. Completamente disabitata, fa parte della zona protetta come riserva naturale. L’isolotto rientra tra le bellezze naturalistiche della Zona C dell’Area Marina Protetta delle Egadi.

L’obiettivo è quello di preservare e tutelare gli habitat naturali e le risorse marine, regolamentare la pesca impiegando politiche di sviluppo sostenibile. E così in questa zona è vietata la pesca da traino, mentre la pesca professionale è consentita tramite autorizzazione del Comune di Favignana. Non è vietata la pesca sportiva in superficie e sono ammesse le immersioni individuali, anche a grande profondità. La zona è balneabile e si tratta di un vero paradiso terrestre per chiunque voglia praticare visite guidate subacquee. L’isolotto Maraone è un piccolo scrigno di straordinario interesse naturalistico nel bel mezzo dello splendido scenario incontaminato dell’arcipelago delle Egadi.

Rispondi

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: