Crea sito

Nuova sorprendente scoperta in Sicilia: trovato in un pozzo a Gela un capitello ionico del IV secolo a.C.

Un capitello ionico, in pietra arenaria, di grandi dimensioni è stato trovato all’interno di un pozzo a Gela, durante i lavori di scavo per la posa di alcuni cavi elettrici.

Il capitello, in stile ionico, misura 60 cm di lunghezza per 51 di profondità e 34 di altezza, decorato sul versante frontale dalla caratteristica coppia di volute contrapposte, legate tra loro da un cordoncino ricurvo a rilievo.

Due cordoncini alla base del capitello segnano il raccordo con la sottostante colonna verosimilmente caratterizzata da scanalature verticali che è attualmente in fase di estrazione. Dai primi riscontri, sembra si tratti di un unico manufatto di cui le lastre costituivano verosimilmente parte della trabeazione , mentre il capitello avrà costituito una decorazione anteriore dell’edificio con collocazione storica tra la fine del VI e il V secolo a .C.

Per il decoro e l’accuratezza degli elementi architettonici impiegati potrebbe trattarsi di un edificio pubblico.

“Il ritrovamento è eccezionale, – dichiara la soprintendente Daniela Vullo – sia per l’integrità dei manufatti lapidei che per la presenza dell’ordine ionico nel capitello vista la rarità degli esemplari documentati in ambito gelese e cioè gli unici due rinvenuti negli anni ’50 all’interno di una cisterna nell’area dell’Acropoli oggi custoditi presso il locale Museo Archeologico regionale”.

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: