Crea sito

“Panino e Panelle”: l’irresistibile icona dello street food palermitano.

Tra i piatti tipici dello street food palermitano, spiccano senza dubbio le panelle, sottili frittelle di farina di ceci, gustate in mezzo ai panini di sesamo.

La loro storia inizia con la dominazione araba, tra il nono e l’undicesimo secolo. Furono gli Arabi infatti i primi a macinare i semi dei ceci per ricavarne una farina da impastare con l’acqua e cuocere sul fuoco.

Passeggiando per il capoluogo siciliano, è facilissimo trovarle in ogni angolo di strada, nelle tipiche friggitorie dei (panellari). Le panelle sono un cibo povero, poverissimo, ma sfizioso e molto facile da preparare.

Ingredienti:

500 grammi di farina di ceci
1,5 litri circa di acqua
Sale e pepe q.b
Un ciuffo di prezzemolo tritato
Olio di semi per friggere

Preparazione:

Sciogliete, a freddo, la farina di ceci nell’acqua, con il sale e il pepe, facendo molta attenzione che non si formino grumi. Cuocete a fiamma bassa, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno facendo molta attenzione a non fare attaccare il composto al fondo della pentola.

Quando avrete ottenuto una crema piuttosto morbida ma ben compatta, aggiungete il prezzemolo tritato, mescolate bene e scendete dal fuoco.
Spalmate l’impasto ottenuto in delle teglie e fatelo raffreddare. Quando il composto sarà ben freddo scollatelo dalla teglia e tagliatelo a fette sottili. Friggetele (possibilmente in friggitrice) in abbondante olio bollente. In pochi minuti saranno imbiondite, adagiatele su carta assorbente da cucina. Vanno mangiate calde nei tipici panini palermitani, “mafalde”, ma in mancanza va bene qualsiasi pane bianco.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: