Riserva naturale Torre Salsa: sabbia fine, natura di prepotente bellezza nel comune di Siculania (AG)

La riserva naturale orientata Torre Salsa è un’area naturale protetta situata nel comune di Siculania (AG), istituita nel 2000 dalla Regione siciliana ed affidata in gestione al WWF Italia.

Torre Salsa, luogo incantevole dalla sabbia fine, dalla natura incontaminata e di prepotente bellezza è un territorio che si può definire quasi “vergine”.

Il suo litorale si estende lungo la costa per circa 6 chilometri, da Siculiana a Eraclea Minoa, dove si alternano falesie più o meno ripide, dune e spiagge. Questa riserva vanta uno dei pochi esempi integri di ambiente dunale in Sicilia.

A ridosso della falesia vi sono dei terrazzi naturali dove scorrono i torrenti Cannicella ed Eremita e dove si è maggiormente sviluppato il paesaggio agrario.

Tra il monte Eremita e il promontorio della Salsa, in un’ampia depressione detta “Pantano” scorre il torrente Salso. Nei pressi della foce del torrente, sul promontorio della Salsa, in mezzo agli alberi, sulla silenziosa e selvaggia spiaggia di Montallegro, allo stato di rudere si trova la torre omonima, progettata intorno al 1500 da Camillo Camilliani  e chiamata appunto Torre Salsa o Marinata, costruita per la difesa delle coste siciliane dalle incursioni saracene

Nella zona del Pantano si verificano forti variazioni del tasso di salinità della falda, dovuta a periodi alterni di siccità e piovosità. La zona intorno ad esso è soggetta ad esondazione naturale che la rende, specie nei mesi invernali, inaccessibile. Nella stagione estiva, invece, il pantano si asciuga e attraverso una trazzera che lo costeggia è possibile raggiungere la spiaggia.

Le zone più interessanti per quanto riguarda la diffusione di fauna sono quella del Pantano e quella in prossimità della duna. Fra i mammiferi troviamo l’istrice.

istrice

Le specie di uccelli nidificanti nell’area sono una trentina, tra i rapaci il falco pellegrino, la poiana, il gheppio, la civetta e il barbagianni. 

Le spiagge sono spesso frequentate dalla tartaruga marina (Caretta Caretta) che vi depone le uova. Sono stati i volontari del WWF ad accorgersi del “lieto evento” nell’ambito del consueto monitoraggio giornaliero delle spiagge. I volontari hanno identificato le tracce impresse sulla sabbia che non lasciavano alcun dubbio.

Nel Pantano vivono l’endemica testuggine palustre siciliana e il ramarro.

Sulla spiaggia sono numerosissimi i gabbiani reali mediterranei.

In questo paradiso incontaminato si organizzano escursioni guidate e campi di volontariato per la Tutela e la Salvaguardia dell’ambiente e della sua fauna.

E’ in corso di realizzazione un mega Resort di lusso a ridosso della riserva naturale di Torre Salsa (che ospita al suo interno un’Oasi di proprietà WWF)  di cui si è concluso l’iter autorizzativo tra proteste, polemiche e divisioni e sono iniziati i lavori.

progetto
lavori in corso

Ma questo è un altro capitolo nel quale non voglio addentrarmi!

Precedente Custonaci tra cielo e mare: la magia dei sentieri a contatto con la natura incontaminata. Successivo Peperoni ammollicati: un contorno sfizioso, un antipasto gustosissimo, ricetta antica della Sicilia