Sfregiato l’antico basolato di Erice. Smontato per costruire un percorso per ipovedenti.

Sta suscitando parecchie polemiche ad Erice, la realizzazione del percorso per ipovedenti. La posa delle bande tattili ha, infatti, comportato la rimozione di parte del secolare basolato medievale.

Alessandro Barracco, consigliere di opposizione del M5S, ha dichiarato sulla sua pagina facebook, di aver protocollato una richiesta di accesso agli atti urgente, al Comune di Erice, alla Soprintendenza ai BBCCAA di Trapani e all’Assessorato regionale dei beni culturali e dell’identità siciliana, circa l’intervento scellerato realizzando a Erice tra Piazza Carmine e Piazza della Loggia con bande per ipovedenti tipo Loges. Uno scempio – continua Barracco – non ammissibile su un basolato storico come quello di Erice.

L’amministrazione comunale di Erice, guidata dalla Sindaca Daniela Toscano, ha precisato che il percorso per ipovedenti è stato realizzato smontando e non demolendo le basole esistenti.

Precedente Custonaci: La straordinaria leggenda della "Bufara" e "dell'Omu di Cofanu" Successivo Aiutaci a salvare Erice: firma anche tu la petizione perché il nostro borgo medievale resti com'era