Sua Maestà l’Etna: il vulcano attivo più alto d’Europa.

Situato nella parte orientale della Sicilia a poca distanza dallo stretto di Messina, e dalla piana di Catania, l’Etna con i suoi 3350 metri è il più grande vulcano attivo del continente europeo.

Nel corso dei secoli dei suoi 500000 anni di vita, le eruzioni hanno modificato i pendii del vulcano, disegnando panorami unici di lava e ghiaccio, un paesaggio rigoglioso che si estende all’interno di un parco naturale di ben 59000 ettari, inserito nel 2013 nella “Word Heritage List” dell’Unesco: un sito Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Con i suoi boschi, i sentieri, gli agrumeti, gli irripetibili panorami, i prodotti tipici, i centri storici dei suoi comuni, il Parco è in ogni stagione dell’anno un accattivante invito per i viaggiatori e gli amanti della natura, dell’enogastronomia, degli sport all’aria aperta in scenari irripetibili. Il Parco è un magnifico territorio della Sicilia orientale, che si propone di valorizzare e tutelare al tempo stesso questo ambiente davvero unico al mondo che evidenzia la forza di una natura possente, che però sa poi essere anche molto generosa con la straripante fertilità della sua terra, con la mitezza e la generosità della “Muntagna”.

Di notte, quando è in eruzione, impressiona la visione del fiume di lava che, lentamente, scorre lungo le sue pareti.
Di particolare interesse la Valle del Bove, un enorme anfiteatro naturale, le cui pareti, alte fino a 1000 metri, sono incise da profondi canyon e la Grotta del Gelo, una grande cavità vulcanica in cui si trova il ghiacciaio perenne più a sud d’Europa.

L’Etna è considerato il simbolo della Sicilia, e una tappa obbligata per coloro che scelgono l’isola per trascorrere le proprie vacanze.

Precedente Giovedì Santo: salta la tradizione dei “sepolcri” e dei “lavureddi”. Successivo Violano la quarantena per un barbecue, sanzionate 8 persone nel trapanese.