Crea sito

“Volevo rientrare, ma non l’ho fatto perché amo la Sicilia”, Giampiero Giambona .

Abbiamo contattato Giampiero Giambona dopo aver incrociato su Facebook un suo post, un messaggio (lo trovate in fondo alla pagina)lanciato ai tanti giovani che stanno vivendo con difficoltà questo momento drammatico per il nostro paese.

Nella foto Giampiero Giambona

Giampiero vive e lavora a Milano da 2 anni e mezzo lavoro nel mondo moda ( si trasferì appositamente per inseguire il suo sogno di vivere la Moda più da vicino, dandosi anche maggiori opportunità come influencer).

Gli abbiamo chiesto come riesce ad ammazzare il tempo in queste giornate in cui non può godersi la vita mondana milanese: “non è semplice, per cui ogni giorno cerco di inventarmi qualcosa, vivere sempre gli stessi spazi non aiuta.. però mi sto arrangiando tra il pasticciare in cucina, dipingere, studiare inglese tramite un corso online, e molte molte tantissime video chiamate con le persone che amo, è un modo per sentirle più vicine a me.”

“In questi giorni particolari, di ansia e di reclusione in casa dovuta all’epidemia, molti dettagli che in altre circostanze non sarebbero apparsi importanti oggi ci assalgono.
Vivo a 5’ a piedi dall’ospedale nel centro di Milano, di quella Milano ormai da giorni silenziosa e straziante come non mai “Milano spesso è una corsa verso il tempo, il suo essere energica ti porta allo sfinimento, dinamica, è infinitamente viva al punto da non starci dietro, ma la Ami”
nel suo silenzio riesco a sentire ancora qualcosa, quelle sirene dell’ambulanza continue presenti nella quotidianità di questi giorni.
La città appare abbandonata, le giornate sembrano non finire più e le notti cosi distanti da un sonno leggero.
In una casa solitaria lontano dalla famiglia e da chi Amo.
Sapete anch’io avrei voluto prendere un aereo o un treno forse per non affrontare questa guerra da solo, ma è proprio perché Amo la mia famiglia e tengo alle persone della mia città che mi faccio forza in queste 4 mura di casa.“

“Provo rammarico per chi non comprende la gravità pur vivendola da vicino e fugge nella notte lasciando Milano dirigendosi verso l’amata Sicilia portando il pericolo proprio dove io e tanti altri rimasti quel pericolo volevamo evitarlo. Voi che continuate a partire per raggiungere il sud state annullando gli sforzi fatti da chi come me è rimasto e da chi in quella terra sta comunque lottando restando a casa!
Allora non è un gesto eroico il vostro se restate a CASA per voi, per noi e soprattutto per tutti quelli che stanno lavorando in prima linea?
#restareaCasa #iorestoacasa #iosonoitalia #iosonosicilia #iosonomilano #vanityfair Corriere Vanity Fair Italia”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: